Cogenerazione in condominio

Cogenerazione in condominio

L’uso della cogenerazione in condominio può far risparmiare fino al 20% annuo di energia primaria rispetto all’uso della caldaia tradizionale. Lo dice una ricerca dell’Università di Padova sul potenziale di sviluppo degli impianti per la produzione combinata di energia elettrica e vapore.

Lo studio, commissionato da Veronafiere e presentato nel corso di Smart Energy Expo, prende in considerazione la cogenerazione ad alta efficienza per il riscaldamento e il raffrescamento nei grandi complessi residenziali. Il tema è importante perché la legge impone al Gestore Servizi Energetici (GSE) di effettuare entro ottobre 2015 uno studio sul potenziale della cogenerazione.

Oggi l’Italia è prima tra i 28 Paesi UE nell’utilizzo della cogenerazione. In Europa, nel complesso, il 20% dell’elettricità e l’11% del calore sono prodotti con questo sistema. In prospettiva c’è il raddoppio della quota nei prossimi 10 anni con la diffusione nel mercato residenziale oltre che nelle aziende.

Negli ultimi anni l’interesse verso gli impianti di cogenerazione è cresciuto sulla spinta di una serie di fattori. Tra questi la diffusione del gas naturale e la privatizzazione-liberalizzazione della produzione di energia elettrica, che ha aperto nuove prospettive di investimento nel settore.

Alla crescita contribuiscono anche i progressi significativi che la tecnologia correlate agli impianti di cogenerazione ha fatto e continua a fare, permettendo di raggiungere prestazioni sempre migliori in termini di affidabilità, sicurezza e rendimento.

Il vantaggio principale della cogenerazione ad alto rendimento è proprio nella resa molto elevata che l’impianto riesce a dare al combustibile, permettendo di consumarne meno, spendere meno e inquinare di meno.

Per le sue caratteristiche, la cogenerazione è assimilata alle energie alternative come il sole, il vento e la geotermia, anche se l’utilizzo del gas naturale come energia primaria non la rende una fonte propriamente ‘rinnovabile’.

L’attenzione verso sistemi di cogenerazione da parte degli operatori del settore residenziale e in modo particolare dei condomini fa seguito a quella già dimostrata dalle imprese, dove l’innovazione mirata all’incremento dei rendimenti e alla riduzione dei costi sta favorendo la diffusione di questi sistemi.

Ti potrebbe interessare anche Energia Pulita con la cogenerazione di Gastrim

 

Pubblicato da Michele Ciceri il 12 ottobre 2014