Boeing787 Dreamliner, l’aereo più ecologico al mondo

E’ atterrato anche in Italia, all’aeroporto di Grottaglie, il Boeing 787 Dreamliner. Stiamo parlando dell’aereo più ecologico al mondo. A realizzarlo, è stato un team di esperti provenienti da varie aziende internazionali guidate dalla Boeing, nel team c’è anche l’italiana Alenia Aeronautica (Finmeccanica).

La fusoliera è interamente realizzata in Fibra di Carbonio in un blocco unico con parti in titanio che ne rinforzano la struttura. La  caratteristica principale è il ridotto consumo di carburante: si stima un risparmio del 20 per cento, l’inquinamento acustico dei motori del 60 per cento. Inoltre consente risparmi nella manutenzione del 30 per cento proprio perché essendo quasi interamente in fibra di carbonio tutto risulta semplificato. Significa avere meno buchi per le viti che lo tengono insieme: solo 10 mila invece che un milione come accade per un jumbo B-747.

GUARDA LE FOTO DEL BOEING 787

Il Boeing ha fatto la sua ultima tappa a Grottaglie: qui ci sono gli stabilimenti di Alenia Aermacchi dove vengono fabbricati i due tronconi della fusoliera. L’ultima tappa di un viaggio iniziato a Pechino nel gennaio scorso e proseguito nei Paesi produttori dell’aeroplano e potenzialmente interessati a utilizzarlo nelle proprie compagnie aeree.

Questo velivolo è il primo che permette i viaggi «punto-a-punto», cioè può collegare direttamente grazie alla su autonomia, aeroporti delle varie città, per esempio Venezia con Filadelfia negli Usa, senza passare per i grandi Hub affollati come New York. E questo migliora decisamente la qualità del volo per il passeggero

GUARDA LE FOTO DEL BOEING 787

Sarà disponibile in tre versioni e potrà trasportare da 210 a 280 passeggeri. Il costo va dai 105 ai 145 milioni di dollari, potrà  viaggiare dai 14.200 ai 15.200 km di quota e può raggiungere una velocità di crociera di 930 Km/h circa e quota 11000 metri. I passeggeri dovrebbero anche godere di più spazio, di finestrini più ampi e di un miglior sistema di aereazione.

A bordo l’ambiente per i passeggeri è notevolmente migliorato nell’atmosfera soprattutto per cui il livello di pressione è più basso e l’umidità più alta. È come essere in collina invece che in montagna per cui si incide meno sul jet-lag nei viaggi lunghi. I finestrini, in aggiunta, si oscurano schiacciando un pulsante. Un primo passo per una mobilità più sostenibile, si appresta a rivoluzionare il mondo della progettazione degli aerei futuri.

GUARDA LE FOTO DEL BOEING 787

Pubblicato da Anna De Simone il 9 giugno 2012