Schisandra, controindicazioni e benefici

schisandra controindicazioni

Schisandra, controindicazioni e proprietà benefiche. L’uso delle bacche in erboristeria come rimedio naturale. L’uso dell’integratore e dell’estratto secco.

Schisandra, la pianta

La schisandra è una pianta originaria della Russia estremo orientale e della Cina (schisandra chinensis) dove prende il nome di wǔ wèi zi, che significa “bacche dai cinque sapori”.

La pianta cresce bene all’ombra, in un ambiente umido e con terreno ben drenato. La schisandra chinensis è una specie dioica, quindi i fiori della “pianta femmina” porteranno alla formazione di bacche solo se impollinati da una “pianta maschile”. Questo è ciò che avveniva in natura: un gruppo di vivaisti è andato a selezionare un ibdrido di schisandra capace di auto-ipollinarsi. La varietà in questione è la schisandra Principe Orientale.

La schisandra è molto usata nella medicina popolare cinese e non solo con la specie chinensis. Anche la schisandra sphenanthera (nan wǔ wèi zi) è una specie di schisandra molto usata: ha caratteristiche simili alla wǔ wèi zi o S. chinensis.

Schisandra, usi medicinali

Le bacche di schisandra sono impiegate da sempre nella Medicina Tradizionale Cinese dove è considerata una delle 50 erbe fondamentali.

La schisandra è apprezzata per le sue attività anti-stress. Utile da assumere durante le fasi di cambiamento: in caso di una variazione del nostro stile di vita, durante il passaggio dalla stagione calda a quella fredda, in caso di cambio di lavoro… In Cina la S. chinensis è usata per le sue proprietà astringenti e non solo: nella medicina tradizionale cinese è impiegata per arrestare al sudorazione eccessiva, per il trattamento della diarrea o per contrastare i sintomi dell’affaticamento sia di natura fisica che di natura mentale.

In Russia, la schisandra è usata come rimedio naturale per rinforzare l’organismo e resistere alla fame. Non è un caso che nel nostro paese la schisandra sia ricercata da chi vuole dimagrire. La schisandra diminuisce il senso di affaticamento riuscendo così ad allontanare la fame.

Per tutte le informazioni sulle proprietà della schisandra vi rimandiamo alla pagina dedicata alle bacche di schisandra

Come sfruttare i benefici della schisandra:
estratto secco (integratore), infuso e decotto

La schisandra si trova in capsule di estratto secco o in fiale di estratto liquido estratti direttamente dalle bacche.

La schisandra può anche essere assunta come infuso o decotto: si può ricavare un buon infuso sia dai fiori che dalle bacche.

Per il decotto, mettete in infusione un cucchiaio di bacche essiccate in una tazza e mezza di acqua fredda, portate a temperatura e fate bollire per 10 minuti. Filtrate e lasciate intiepidire. Bevete la bevanda 2 volte al giorno, a metà mattina e di nuovo al pomeriggio.

Schisandra, Controindicazioni

La schisandra e i suoi estratti sono controindicati nelle donne in gravidanza che dovrebbero evitarne completamente l’assunzione. Altre controindicazioni vigono in caso di pazienti affetti da malattie epatiche. In condizioni fisiologiche normali, gli integratori a base di schisandra non presentano particolari controindicazioni e gli effetti collaterali sono un fenomeno molto raro; tra gli effetti indesiderati rari dell’estratto di schisandra figurano episodi di bruciore di stomaco e acidità gastrica.

Bacche di Schisandra, dove trovarle

Trovare l’estratto secco di schisandra (integratore) è molto semplice, dovrete recarvi in un’erboristeria ben fornita o presso uno dei tanti shop specializzati nella vendita di prodotti e rimedi naturali.

Non solo integratori, sul mercato è possibile trovare bacche di schisandra disidratate, in polvere o intere ma sono difficili da “mandare giù” per un sapore non gradevole. Per gli infusi, molti consigliano l’uso delle bacche, tuttavia c’è chi afferma che per l’infusione, sarebbe meglio sfruttare le proprietà dei fiori di schisandra.

Chi preferisce l’integratore o l’estratto secco, può sfruttare la compravendita online. Su Amazon, un flacone da 120 capsule si compra al prezzo di 15,02 euro con spese di spedizione gratuite.

Link utili da Amazon:

 

Pubblicato da Anna De Simone il 17 dicembre 2016