L’orto in agosto: tempo di raccolta e di semina

orto-agosto-ortaggi

In agosto nell’orto si trapiantano i cavoli e qualche altro ortaggio. Si dovranno poi raccogliere i semi e per questo sarà bene segnare qualche bel frutto di pomodori, di zucchina, di cetriolo, di peperone, di melanzana e di cocomero per lasciarlo maturare e per trarne il seme per l’anno venturo. Anche in agosto nell’orto è abbondante la raccolta degli ortaggi, ma più che negli altri mesi bisogna avere la cura di farla nel momento giusto.

Verso la fine di agosto l’orto va rimondato per bene dalle erbacce e contemporaneamente vanno sfrondati un po’ anche gli ortaggi che danno frutti, come pomodori, melanzane e gli altri di cui sopra, perché possano godere dei raggi di un sole un po’ più fiacco rispetto a luglio e raggiungere la maturazione a dovere, anche per produrre buone sementi.

Nell’orto in agosto si seminano: aglio (si può cominciare verso la fine del mese), bietola da costa, carote, cavoli, cavoli rapa (per l’autunno), cicoria, cipolle, crescione, finocchio, lattughe (per l’autunno), porri, prezzemolo, spinaci (per l’autunno). Per quanto riguarda le cipolle, in agosto si seminano quelle per l’anno prossimo e se ne piantano di intere per ricavarne dei cipolloni da consumare freschi uso porri all’inizio della primavera.

Nell’orto in agosto si raccolgono: cavolo e cavolo cappuccio (si raccolgono quelli seminati a marzo), patate (la raccolta continuerà a settembre), cipolle (quelle seminate da febbraio ad aprile), tutti gli ortaggi per il consumo presente e, al momento opportuno, quelli destinati a produrre le seminanti per l’anno prossimo.

Nell’orto in agosto va posta particolare attenzione all’apporto di acqua. Vero che i temporali di solito fanno la loro parte (a volte anche troppo), ma in mancanza e nelle zone più secche è bene provvedere a innaffiature frequenti ed equilibrate. La regola generale è bagnare sempre bene: non si deve dare poca acqua, ma sempre a sufficienza quando se ne dà. Quando si tratta di aiuole seminate, e questo è il periodo, servono innaffiature delicate con degli irrigatori a rosa o dei rompi getto molto fini per non danneggiare le sementi.

Pubblicato da Michele Ciceri il 11 agosto 2013