Zenzero, proprietà

zenzero
Lo zenzero, usato in cucina per insaporire le pietanze, è una spezia dalle svariate proprietà benefiche, sembrerebbe addirittura che l’estratto di tale pianta possa essere migliore dei farmaci stiroidei nel trattamento dell’osteoartrite e dell’artrite reumatoide. Ad affermarlo è uno studio recente pubblicato sulla rivista Arthritis. Pare che i suoi effetti antiossidanti riuscirebbero ad azzerare i depositi di acido nelle articolazioni.

Zenzero, proprietà
Lo zenzero, molto apprezzato nel mondo per le sue proprietà grazie al suo alto contenuto di sostanze antiossidanti, è ricco di proteine caratterizzate dagli amminoacidi alanina, arginina e cistina, acido glutammico e acido aspartico, prolina, serina, lesina, glicina e tirosina. Inoltre è ricco di vitamine quali B1, B2, B3, B5, B6, vitamina C, vitamina E. Con lo zenzero è possibile trattare disturbi come il mal d’auto, il mal di mare, la nausea mattutina.

Zenzero, dove trovarlo
In commercio è disponibile nei negozi di alimenti biologici e in erboristeria in forma di radice fresca o essiccata, ridotta in polvere o in forma di estratto. La polvere di radice di zenzero essiccata è generalmente incapsulata e venduta in compresse di comoda assunzione.
Lo zenzero è inoltre vendibile sotto forma di tintura. Generalmente, la dose giusta è di 30 gocce da diluire in un bicchiere d’acqua, due o tre volte al giorno. Si consiglia comunque di seguire sempre il dosaggio riportata sulla confezione, meglio ancora consultare il proprio medico di fiducia.

Lo zenzero in cucina
Lo zenzero può essere usato con regolarità come condimento in cucina volendo sfruttare le proprietà di cui gode. A tal proposito ecco alcune indicazioni per introdurre lo zenzero nella propria dieta.

  • Grattugiate la radice di zenzero fresca nelle zuppe, stufati, fritture, e altre ricette: è indicato sia per le pietanze salate che per quelle dolci.
  • Preparate un’ottima tisana dissetante e antinfiammatoria. Per la preparazione è sufficiente aggiungere la radice di zenzero tritata in un pentolino pieno d’acqua e portare a ebollizione. Lasciare sobbollire a fuoco lento per circa 45 minuti. La tisana può essere bevuta calda o conservata in frigorifero come bevanda fresca e dissetante. Se si vuole rendere la tisana più dolce basta aggiungere un cucchiaio di stevia o un altro dolcificante naturale.

Ma quanto zenzero è possibile assumere quotidianamente? È consigliabile non superare i 4 grammi al giorno, evitando l’assunzione contemporanea di farmaci. In ogni caso è bene consultare il proprio medico curante per le dosi da assumere.

Pubblicato da Anna De Simone