Galline Ovaiole

Continua la nostra rubrica sulle galline ovaiole. L’esigenza è chiara, aumenta il senso collettivo di consapevolezza, i consumatori non sono più sicuri di ciò che ingeriscono e si assume una coscienza autoproduttiva. Così come i farmaci ledono la salute del feto nel grembo materno, gli ormoni somministrati alle galline ovaiole si tramettono alle uova in formazione; ciò che finisce sulla nostra tavola potrebbe non essere un prodotto salubre quanto vorremmo.

Non c’è niente di meglio che iniziare un piccolo allevamento di galline ovaiole, così da poter “raccogliere” il tanto ambito uovo fresco di giornata. La nostra rubrica sulle galline ovaiole è giunta al terzo appuntamento.
Primo Appuntamento: il ricovero, il mangime, le uova
Secondo Appuntamento: la temperatura, la produzione, il pascolo libero

Con questo terzo appuntamento ci soffermeremo sul pascolo libero delle galline ovaiole. La tacnica è utilizzata per gestire facilmente un piccolo pollaio. Il periodo consigliato per iniziare l’allevamento di galline ovaiole è settembre-ottobre. Si inizia l’allevamento con animali di circa 5 mesi che deporranno le prime uova dopo 1-2 mesi.

Una volta prese, le galline ovaiole vanno poste nel pollaio dove dovranno restare chiuse per circa una settimana così da farle abituare al nuovo ricovero. Nel ricovero, il nido per la deposizione delle uova non dovrà essere accessibile ma sarà scoperto solo dal sesto-settimo mese di vita delle galline, giusto in tempo per la loro maturità sessuale e per la deposizione delle uova.

Dopo la prima settimana durante la quale le galline ovaiole sono state rinchiuse, si faranno pascolare in un recinto allestito appositamente nei pressi del pollaio. Il recinto dovrà essere smantellato dopo due giorni, quindi basterà allestire al meglio una rete. L’accesso al recinto dovrebbe essere consentito solo nelle ore più calde della giornata, proprio come spiegato nei precedenti appuntamenti.

Dall’undicesimo giorno, si concederà alle galline ovaiole, il pascolo libero dal mattino al tramonto. Dal sesto, settimo mese, quando le galline avranno iniziato a deporre le uova, bisognerà evitare il pascolo libero nelle ore mattutine e concederlo solo dal primo pomeriggio al tramonto, quando rientreranno autonomamente nel pollaio. Di mattina le galline depongono le uova e con il pascolo potrebbero deporle nel giardino e non nell’apposito nido. Il nido dovrà essere “allettante”, imbottito di paglia pulita e tritata.

Pubblicato da Anna De Simone il 23 dicembre 2012