Come coltivare la lattuga

lattuga

Coltivare la lattuga: istruzioni sulla coltivazione della lattuga nell’orto o in vaso. Varietà di lattuga e consigli utili per un raccolto abbondante.

Quando coltivare la lattuga

Il mese di settembre scandisce la fine di molti ortaggi che hanno arricchito le tavole per tutta l’estate… e ora non ci resta che dare spazio a nuovi vegetali di stagione, è il caso della lattuga!

Chi coltiva l’orto, potrà preparare il terreno ad accogliere nuovi ortaggi: il mese di settembre rappresenta il periodo giusto per seminare alcune varietà di insalata tra cui la lattuga a raccolta autunno-invernale. Tra le varietà di lattuga più diffuse troviamo la lattuga romana, quella da taglio e la lattuga a cappuccio.

Vediamo nel dettaglio come coltivare la lattuga e le varietà più adatte alla coltivazione nell’orto.

Varietà di lattuga da coltivare

Esistono un gran numero di varietà di lattuga che si adattano a determinate stagioni, quindi il periodo buono per la semina non è solo settembre. A settembre si seminano e si mettono a dimora le varietà autunnali invernali ma non mancano varietà che crescono bene al caldo. Per la lattuga autunnale e invernale, le varietà da scegliere sono:

  • Lattuga a cappuccio autunnale
  • Lattuga a cappuccio invernale
  • Meraviglia d’inverno
  • Trocadero a seme nero
  • Trocadero la preferita
  • Meraviglia delle 4 stagioni

Come coltivare la lattuga

La coltivazione della lattuga non richiede conoscenze particolari, sarà sufficiente rispettare alcuni fattori utili per garantirne lo sviluppo ottimale del vegetale.

Di fondamentale importanza è il clima: i cespi crescono rapidamente con un clima compreso tra i 15 e i 25 °C. Sotto i 10 °C lo sviluppo rallenta notevolmente e la lattuga necessita di protezioni come serre tunnel e tessuto non tessuto.

Chi vuole coltivare la lattuga in balcone può seguire la nostra guida dedicata alla coltivazione della lattuga in vaso.

I semi di lattuga o le piantine da mettere a dimora, possono essere acquistati presso un garden center o un negozio specializzato.

Coltivare la lattuga a partire dal seme

Per l’impianto dei semi occorre un semenzaio composto da terriccio misto a torba. L’ideale sarebbe coltivare i semi in un contenitore alveolato, ancora meglio se posto in una piccola serra da appartamento.

Per produrre poche piantine sono sufficienti contenitori alveolati alti 5 cm con 12 alveoli o più alveoli, in base alle esigenze di coltivazione.

I contenitori alveolati sono molto economici e consentono germinazioni con tempi più brevi e più sicure.

Link utili: Kit da 3 contenitori con 40 alveoli cad
Il kit è proposto su Amazon al prezzo di 9,59 euro con spese di spedizione gratuite.

  1. Procedere alla semina in contenitore alveolato.
  2. Usate terriccio soffice per semina.
  3. In ogni alveolo collocate due semi, copriteli con uno strato di terriccio pari al loro spessore (quindi una quantità minima di terriccio).
  4. Irrigare molto delicatamente e con parsimonia.

Per aiutare la germinazione riparate i contenitori con un velo di tessuto non tessuto. Se siete fortunati, per ogni alveolo germineranno due piantine, allora scegliete la piantina più robusta e sacrificate quella più esile.

Coltivazione della lattuga: la messa a dimora

  • Dalla semina alla messa a dimora, in genere, bisogna aspettare 20 – 30 giorni: il tempo sufficiente per far germogliare i semi e raggiungere una certa dimensione. Potete saltare questo passaggio acquistando direttamente delle piantine già sviluppate, il prezzo di avvio della coltivazione, però, sarà più elevato.
  • Prima dell’impianto sarà necessario preparare l’orto lavorando il terreno in profondità con una vanga e applicando del compost organico come fertilizzante.
  • Tra una piantina e l’altra occorre una distanza di 30, avendo cura di lasciare fuori dal terreno almeno un terzo del cubetto
  • La durata media della coltivazione va da 4 a 6settimane.

Attenzione: vi abbiamo già accennato che la lattuga non sopporta il freddo rigido, neanche quella invernale e autunnale. Per prevenire danni dal gelo, sarà necessario proteggere le piantine di lattuga applicando un telo traspirante di tessuto non tessuto: servirà a evitare che le piantine si possano bruciare per il freddo. Chi abita al centro e al nord Italia dovrà necessariamente usare una serra tunnel.

lattuga coltivazione

Non vi rimane poi che prendervene cura, innaffiando le piante in caso di scarsità di piogge. Evitate i ristagni d’acqua che possono compromettere lo sviluppo dell’ortaggio.

L’orto, purtroppo, non è esente da imprevisti e può succedere che la lattuga possa essere attaccata da parassiti e malattie delle piante. In caso di afidi, mosca degli orti e grillotalpa: dovrete intervenire con trattamenti specifici.

Potrete poi raccogliere la lattuga tagliando alla base con l’aiuto di un coltello, possibilmente agendo al mattino presto.

Pubblicato da Anna De Simone